Attività

Progetto

L’obiettivo del progetto è la realizzazione di un’infrastruttura sperimentale con cui verranno sviluppate nuove tecnologie per la connettività diffusa a scala metropolitana, funzionale allo sviluppo di modelli matematici volti a risolvere problematiche legate alle smart city, la sperimentazione di sensoristica diffusa per l’acquisizione di grandi moli di dati che saranno gestiti attraverso lo sviluppo di architetture per OpenData e Bigdata, la sperimentazione di sistemi per la sicurezza nelle city (safe City) e lo studio dei sistemi e-LTE di nuova generazione.

Oggi, il 50% della popolazione mondiale vive in città e il numero crescerà al 70% entro il 2050. Le città sono tra i principali luoghi di attività economica e culturale del 21° secolo. La crescente urbanizzazione e l’aggregazione di comunità territoriali su scala metropolitana, lo sviluppo sostenibile, il coinvolgimento dei cittadini, l'attrattività economica e culturale e la governance sono tra le difficoltà più rilevanti che le moderne città devono affrontare.  
L’aumento di complessità di questi problemi e lo sviluppo tecnologico stanno portando all’urgente necessità e/o opportunità di ripensare in modo radicale la costruzione e la gestione delle nostre città.
Con la realizzazione del progetto saranno studiati e definiti metodi e tecnologie per offrire nuove soluzioni intelligenti a questi problemi, attraverso la stretta combinazione tra la messa in opera e sperimentazione a scala urbana d’infrastrutture avanzate per la comunicazione e la sensoristica diffusa, che consentirà lo studio e lo sviluppo di soluzioni innovative verticali per aumentare l’attrattività cittadina, la gestione delle risorse e la sicurezza e qualità di vita dei cittadini.
Questo progetto di ricerca, sviluppo e innovazione si colloca in un contesto più ampio che mira a fare della Sardegna una delle regioni più preminenti nello sviluppo ed applicazione di tecnologie innovative per le smart city.

In quest’ottica, la Regione Autonoma della Sardegna, il CRS4 e Huawei hanno siglato un accordo per lo sviluppo di progetti di ricerca in ambito Smart & Safe City da implementare in Sardegna. Nell’ambito di questo accordo, Huawei e CRS4 presentano il progetto di innovazione congiunta a Pula, chiamato Joint Innovation Center (JIC) presso la sede del CRS4. Lo sviluppo del progetto, qualora fossero raggiunti gli obiettivi auspicati, consentirà di svolgere progetti di ricerca Smart & Safe City che, una volta adottati, favoriranno il miglioramento della qualità di vita dei cittadini e, nel frattempo, permetteranno alle aziende di migliorare il loro know-how e la loro competitività nel mercato.

Il raggiungimento degli obiettivi di progetto del JIC costituirà un passo importante verso l'adozione di progetti di Smart & Safe City in contesti urbani preesistenti alla comparsa nuove tecnologie, grazie alla creazione di un ecosistema tecnologico solido e al consolidamento delle competenze locali specializzate, con una sinergica collaborazione tra autorità pubbliche e settore privato.
Infatti, oltre al CRS4 e Huawei, che metteranno a disposizione il loro personale di ricerca e sviluppo, sono state coinvolte delle PMI sarde e nazionali, che contribuiranno al progetto con il loro personale tecnico e di ricerca e con la fornitura a titolo gratuito dell’infrastruttura necessaria al progetto.

il progetto si caratterizza per l’apertura all’ingresso di nuovi partner pubblici e privati che potranno contribuire alle diverse fasi del progetto sulla base delle loro specifiche competenze ed interessi. Questo consentirà al personale del laboratorio ed alle imprese coinvolte di accrescere la competenza e la visibilità in un contesto più ampio, al CRS4 di acquisire un ruolo quale soggetto di riferimento per lo studio e lo sviluppo di nuove applicazioni nell’ambito delle ‘Urban Technologies’.

Il JIC collaborerà con alcuni dei più importanti laboratori di Huawei sparsi nel mondo ed acquisirà competenze sulle tecnologie di ultima generazione in ambito LTE e sullo sviluppo di nuove soluzioni, tra cui il 5G.

Potenzialità dei risultati attesi

Urban Informatics

I grandi volumi di dati urbani, insieme alle sempre più grandi potenze di calcolo, assieme a miglioramenti di interfacce utente e metodi di analisi ed esplorazione consentono sempre più agli analisti di capire meglio le città, generando pianificazioni più consapevoli, migliori politiche ed una migliore qualità della vita per i cittadini.

 

Big data

l'analisi dei dati urbani spesso richiede una quantità impressionante di lavoro, dall’identificare insiemi di dati rilevanti, alla loro pulizia ed loro integrazione, all'esecuzione di analisi esplorative su complessi dati spazio-temporali. Il nostro obiettivo a lungo termine è di consentire a team interdisciplinari di decifrare meglio le città, esplorando liberamente la grande quantità di dati che le città generano.

 

Mobile graphics

Grazie all’aumento di potenza dei dispositivi mobili, la grafica e l'interattività che una volta era possibile solo con computer desktop è ora nel palmo della mano, e può essere vissuta quasi ovunque.

 

Reti virtuali di energia

La sperimentazione di reti integrate ed intelligenti di distribuzione energetica e la promozione di un coinvolgimento ed una partecipazione attiva dei cittadini, come produttori e consumatori di energia, sono i temi cardine di questo obiettivo realizzativo

 

Sicurezza del cittadino

Uno degli aspetti portanti del concetto di città futura sempre più intelligente è legato all'utilizzo della tecnologie ICT, oramai permeanti, per migliorare la qualità della vita del cittadino ed in particolare la sua sicurezza.

 

Valorizzazione del patrimonio culturale

Le tecnologie sviluppate dal CRS4, basate su modelli multirisoluzione, offrono enormi opportunità per nuovi prodotti sia per installazioni museali, che per l’accesso ubiquo al bene.